GUERRA UCRAINA. ANALISI DI GEOPOLITICA CONTROCORRENTE, SENZA CENSURE, Riportiamo di seguito tre autorevoli interventi : dell’economista Loretta Napoleoni, del massimo esperto italiano di geopolitica Lucio Caracciolo, del Generale Tricarico. In più vi proponiamo un insolito e lucido intervento del Governatore della Campania De Luca.

Ucraina, nessuno intende negoziare: tutti hanno da guadagnarci. Tranne noi europei Loretta Napoleoni- – 24 APRILE 2022 – ilfattoquotidiano Ormai

Leggi tutto

Guerra in Ucraina: angloamericani ed europei inviano armi e producono propaganda bellica a tutto spiano. Ripubblichiamo l’intervista, all’Antidiplomatico del Generale Fabio Mini, già Capo di Stato Maggiore del Comando NATO del Sud Europa, in occasione della pubblicazione del suo libro “Perché siamo così ipocriti sulla guerra”. Rimane il punto di caduta che l’Italia e l’Europa devono conquistarsi la necessaria autonomia, dignità e indipendenza strategica, per poter garantire la sicurezza dei propri paesi a prescindere dalle priorità degli interessi altrui.

“Negoziare. Finirla con il pensiero unico e la propaganda, aiutare l’Ucraina a ritrovare la ragione e la Russia ad uscire

Leggi tutto

La odierna vicenda ucraina, pare seguire il canovaccio della precedente crisi in Ossezia, tra Russia-GEORGIA, del 2008. Quando Bush aizzò i georgiani contro i russi, per mollarli subito dopo che la piccola repubblica aveva provato, rasentando il ridicolo, ad invadere la Russia con una decina di carri armati. Putin stamane è stato chiaro se qualcuno proverà ad interferire in questa contesa a due, le conseguenze per costoro saranno inimmaginabili. Putin non vuole una guerra convenzionale, anche perché economicamente non se la può permettere. Come gli USA alle prese con turbolenze finanziarie e politiche interne pericolosissime. Mentre l’Europa, priva di una classe dirigente politica, continua a blaterare di “sanzioni”, che affonderanno anzitutto le economie europee. Quella italiana soprattutto. Come se ne usciranno ?

Degenerazione della crisi Ucraina. E’ finita come doveva finire. Tranne che USA ed UK non avevano previsto la concreta reazione

Leggi tutto

La profezia di Papa Francesco sulla IIIa Guerra Mondiale, celebra l’anniversario dei suoi sette anni. Il merdaio afghano. L’onore dei giornalisti italiani salvato (bah!?) da Domenico Quirico, che ha avuto il coraggio (pensate!) di ricordare che in Afghanistan si sta concludendo una “guerra civile” e che la realtà dei 40 milioni di cittadini afgani non è quella delle poche decine di migliaia che tentano di scappare dall’aeroporto di Kabul, con smartphone e notebook in mano e video-post struggenti sui social. Una stima ufficiale USA parla di 241mila afghani morti in venti anni. La realtà ne contabilizza almeno il doppio. Per lo più civili non combattenti.

Erano le 16.09 del 25 agosto 2014. L’ANSA aveva appena battuto in rete la notizia della denuncia di  Papa Francesco

Leggi tutto

Nell’anno di grazia del 2021 si è realizzato il sogno di Churchill di azzoppare malamente l’Italia. Già nel 1943 la voleva dividere in 6 pezzi. I suoi odierni seguaci della Finanza, forse, riusciranno a dividerla in quattro. Nel frattempo la gente vede ogni giorno in TV la patetica fiction destra-sinistra, parla di green pass e di ripartenza con i prestiti della UE. Che ci impiccano definitivamente al futuro default finanziario dello Stato. Di fallimento, per ora, c’è solo quello della Democrazia costituzionale e dello stato di diritto.

Nell’anno di grazia 2021 l’Italia è di nuovo una nazione sconfitta. Popolata da macerie civili e politiche, incendi ed alluvioni

Leggi tutto

Putin in Russia ha messo fuorilegge Bill Gates e Microsoft. Il commento del consulente finanziario americano Martin Armstrong : “Il sogno di Bill Gates di controllare il mondo ha trovato il suo primo ostacolo in Putin. Che lo ha messo al bando insieme a Microsoft ed ogni altra organizzazione riconducibile agli interessi del magnate USA”. Così, B. Gates ha raggiunto G. Soros nella black-list antiterrorismo russa redatta da Putin.

23 giugno 2020. Putin ha interrotto (per  la seconda volta) il suo lungo silenzio, che è iniziato dopo aver letto

Leggi tutto

CORONAVIRUS. CHE STA ACCADENDO ? IL Generale USA Mark Milley ed il PREMIO NOBEL 2008 Luc Montagnier rompono l’omertà sulla origine da laboratorio del Covid 19 e dintorni. L’establishiment della grande Finanza angloamericana & sodali vari però non vuole che si sappia. Perché dovrebbero spiegare troppe cose. A cominciare di come illecitamente negli ultimi 28 anni hanno espropriato di funzioni ed autonomia gli Stati sovrani, e le loro istituzioni democratiche e costituzionali.

Coronavirus Covid 19 . Le domande si affastellano, le risposte pertinenti latitano. Se siamo di fronte ad una pandemia “pericolosa”

Leggi tutto

Venticinque anni di regima liberista hanno trasformato gli italiani in una caotica società di americani. All’insegna della precarietà, senza memoria storica e priva di consapevolezze civili. Realizzando uno status di convivenza tra troppe Pecore & pochi Lupi. L’informazione giornalistica dal 2011 ha avallato ed aggrava, ogni giorno di più, questa situazione.

 Ma come piace alla grande stampa raccontarvi l’apologo della pecora e del lupo a ruoli e valori rovesciati!  Così la

Leggi tutto

E’ morto un agente segreto italiano a Parigi. La notizia di uno 007 infartuato per le strade della ville lumiere è stata data come una super-breve di pochi secondi in una di quelle edizioni veloci di un TG Nazionale privato (e poi da Huffingtonpost). Ma da quando in qua un fatto relativo all’attività corrente di un ”servizio segreto” è oggetto di cronaca in un notiziario veloce della Tv ? Così, rimane “pendente” un inedito caso di “cronaca di Intelligence” zeppo di anomalie, dichiarazioni contraddittorie, omissioni, gaffes ed illogicità. Prorompono perciò tre domande : come è morto l’uomo ? è lecito chiedersi che ci faceva a Parigi ? e perché i servizi francesi hanno fatto di tutto perché la notizia della morte di un agente di un servizio loro alleato dovesse divenire di pubblico dominio ?

E’ inusuale che sui giornali appaiano notizie di cronaca  sull’attività quotidiana di un servizio segreto. E’ insolito che due servizi

Leggi tutto

IO VORREI , NON VORREI, MA SE VUOI !!!! Rieccola la lobby dei termovalorizzatori. Ricominciano dopo 10 anni le manovre per insozzare e saccheggiare la Sicilia con “il sistema del bruciare i rifiuti”.

La notizia è scoppiata la prima settimana di aprile : il Ministero dell’Ambiente ha bocciato “il piano rifiuti della Sicilia”.

Leggi tutto

Perché gli Usa non sono riusciti a sfruttare la miniera afghana. Il tesoro nascosto nel sottosuolo dell’Afghanistan è un forziere maledetto. Washington rinuncia, ma forse non sarà più facile per la Cina.

L’Afghanistan è il Paese più ricco di risorse minerarie del mondo . Si parla di un potenziale valore all’ingrosso per

Leggi tutto

La Finanza liberista, fomentando l’ideologia del “sempre meglio che niente”, “prima i conti pubblici in pareggio ”, “non ci sono più i soldi”, riesce ad alimentare la percezione che siamo tutti “SOLI”. E ci sentiamo irreparabilmente “SOLI” ogni giorno di più . Così, il messaggio politico veicolato e diffuso dai media, ormai bancocentrici, è chiaro : lavoratori, sostenete e votate coloro che tutelano chi vi sfrutta. Ora c’è pure l’alleanza Sindacati-Confindustria.

A volte anche grandi illusioni che avevano alimentato grandi aspettative si fanno corrompere da presunti stati di necessità. Da emergenze

Leggi tutto

Vi raccontiamo della “Banca Nord Lb” (di Hannover) e non solo. Ossia di come la Germania si scapicolla per salvare le sue banche utilizzando soldi pubblici e non applicando mai il “bail in”. Tutto ciò con tanto di ok formale della Commissione UE, la stessa che ha negato l’intervento pubblico a sostegno della Banca Carige (di Genova) in crisi. La Medesima dinamica che è già avvenuto, e continuerà a verificarsi, allo scopo di salvare le troppe banche tedesche che zoppicano per quanto le loro casse sono imbottite di derivati tossici e crediti inesigibili. Come le regole si applicano rigorosamente agli altri, ed invece si interpretano per gli amici in difficoltà.

Ancora una volta, la Germania mette altro denaro pubblico per salvare una banca domestica, stavolta per circa 4 miliardi di

Leggi tutto

Si parla di “debito buono” e “debito cattivo”. Chi si ricorda la vicenda dei “Derivati di Stato”: quando, dopo la realizzazione della nefasta riforma della legge bancaria italiana (1990), Mario Draghi (Direttore Generale del Tesoro dal 1991 al 2001) svendette, di fatto, l’Italia alle banche d’affari. Proviamo a fare un banale esercizio di memoria.

Mario Draghi, nel suo recente e molto discusso intervento al Meeting di Rimini (che abbiamo già trattato qui), ha ribaltato

Leggi tutto

COME LEGGERE L’ATTACCO DI PUTIN ALL’UCRAINA ? Parlano due Generali italiani che la sanno lunga : IL GENERALE MARCO BERTOLINI , già comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze e l’ex capo di stato maggiore della Difesa e dell’Aeronautica Vincenzo Camporini. LA RUSSIA È STATA VITTIMA, COME NOI, DELLA VOGLIA DI STRAVINCERE AMERICANA” – LEGGETE IL GENERALE MARCO BERTOLINI, GIÀ COMANDANTE DEL COMANDO OPERATIVO DI VERTICE INTERFORZE: “IL CREMLINO NON PUÒ STARE A GUARDARE I CONTINUI PASSI IN AVANTI VERSO EST DA PARTE DELLA NATO, PENA LA DEFINITIVA PERDITA DI CONTROLLO IN QUELLO CHE CONSIDERA IL SUO “ESTERO VICINO” E IL CONSEGUENTE SENSO DI ACCERCHIAMENTO INGESTIBILE A LUNGO TERMINE. C’È STATA UN PO’ DI ARROGANZA NELLO SPINGERLI IN UN ANGOLO, ADESSO HANNO REAGITO”- ‘’L’ITALIA È COINVOLTA DA UN PUNTO DI VISTA ENERGETICO, PERCHÉ SE CHIUDONO I RUBINETTI STASERA CI FAREMO DA MANGIARE COL FUOCO E NON CON IL GAS, MA ANCHE DA UN PUNTO DI VISTA OPERATIVO, PERCHÉ I GLOBAL HAWK CHE VOLANO SULL’UCRAINA PARTONO DA SIGONELLA, L’ITALIA IN LARGA PARTE È UNA SORTA DI GRANDE BASE MILITARE AMERICANA’’

Leggere cum grano salis la crisi ucraina, delicata e in continua evoluzione, non è da tutti. Negli ultimi giorni si

Leggi tutto