Putin in Russia ha messo fuorilegge Bill Gates e Microsoft. Il commento del consulente finanziario americano Martin Armstrong : “Il sogno di Bill Gates di controllare il mondo ha trovato il suo primo ostacolo in Putin. Che lo ha messo al bando insieme a Microsoft ed ogni altra organizzazione riconducibile agli interessi del magnate USA”. Così, B. Gates ha raggiunto G. Soros nella black-list antiterrorismo russa redatta da Putin. Che ne sarà dell’OMS di cui Gates oggi ne è comproprietario al 50% ?

23 giugno 2020. Putin ha interrotto (per  la seconda volta) il suo lungo silenzio, che è iniziato dopo aver letto nel marzo scorso il rapporto del Generale Kykot sul “caso Bergamo”, per comunicare al mondo che Bill Gates e tutte le organizzazioni a lui riconducibili (la Micrososft, la fondazione Gates ed ogni tipo di società partecipata da quest’ultimo) sono state dichiarate fuorilegge entro i confini  della Federazione Russa. Così, chiunque lavori per Bill Gates sarà arrestato appena porrà piede  sul territorio russo. In tal modo, Bill Gates è entrato a far parte della black-list antiterrorismo di Mosca , dove erano già finiti da tempo i finanzieri  George Soros e Jacob Rothschild.

Secondo il giornalista americano d’inchiesta Michael Walsh: “Bloomberg ha riferito che Artem Ermolaev, responsabile della tecnologia informatica di Mosca e il ministro delle comunicazioni russo Nikolay Nikiforov, hanno dichiarato che Mosca , nell’arpo di un anno, comicerà a stituir i prodotti della Microsoft Exchange Server e Outlock su centinaia di migliaia di computer con un software di posta elettronica sviluppato dalla società russa Rostelcom PJSC”. Anzi, l’anno prossimo in Russia, ha affermato Ermolaev’”, “ si installerà un software sviluppato da ‘New Cloud Technologies’, un altro fornitore di software russo, su milioni di sistemi. Parimenti, anche Microsoft Office e Windows saranno sostituiti con versioni di produzione russa

“‘Vogliamo che i soldi dei nostri contribuenti e delle imprese statali vengano spesi principalmente in software di produzione locale’, ha chiosato il ministro Nikiforov, aggiungendo che “a partire dal prossimo anno i funzionari ‘rafforzeranno la loro presa’ sulle istituzioni statali che non opteranno per alternative informatiche di produzione nazionale”.

La messa al bando decretata dalla Russia, parrebbe valere pure per i collaboratori di Gates che lavorano stabilmente nell’OMS, di cui il finanziere americano (dopo la privatizzazione dell’OMS) è proprietario al 50%, in società con un cartello di multinazionali farmaceutiche anglo-americane, francesi e canadesi.

Nel frattempo, con effetto immediato, è cominciata da stamane in tutta la Russia l’operazione per la sostituzione di ogni software Microsoft. Il portavoce del governo Sergei Zheleznyak ha spiegato che su Microsoft sono state accertate gravi reati, per come è stata sorpresa a svolgere una sorveglianza H24  su alcune decine di milioni di cittadini russi e su altrettanti cittadini di altri paesi. Il portavoce ha messo in evidenza le preoccupazioni della Russia: “Di fatto, gli Stati Uniti, che si presentano come un bastione della democrazia, hanno in realtà condotto una sorveglianza illegale, minuto per minuto, a danno di decine di milioni di cittadini non residenti negli USA”.  Purtroppo ha proseguito il portavoce del Cremlino, “Molte delle principali società Internet che si sono formate negli Stati Uniti sono coinvolte in questa brutta storia. Alcune di queste società operano sul territorio del nostro paese e lo hanno fatto pure a nostro danno”.

La magistratura russa ha perciò aperto una maxi-inchiesta, con la facoltà di poter utilizzare, in funzione di polizia giudiziaria, i Servizi di Sicurezza Federale (la FSB l’ex KGB), che da tempo indaga (si suppone così anche fuori dai confini russi) su tutte le attività informatiche, di TLC e digitali , riconducibili agli interessi economici di Bill Gates.

In realtà , con questa iniziativa, Putin vuole contrastare concretamente il progetto di Bill Gates di promuovere una vaccinazione di massa del mondo intero. Più nota, come la teoria del “vaccino digitale” che, ufficialmente, in nome della sicurezza sanitaria internazionale , immagina di poter dotare ogni essere umano vivente di un proprio codice a barre. Come un articolo commerciale o un capo di bestiame. Una proposta che sulla base dell’abusata teoria del tracciamento viene dichiarata idonea per contrastare ogni possibile pandemia futura dovesse abbattersi sull’umanità.

L’accusa in controluce è quella che Gates e  Microsoft penserebbero alla realizzazione di una “big data” di tutti gli esseri umani. Un data-base capace di registrare tutto ciò che ognuno di noi può fare. Realizzando al contempo un “profilo esauriente (tipo modello facebook) di controllo” di ciascuno abitante della terra. Ovviamente, al solo scopo di poter garantire un alto livello di sicurezza sanitaria per tutti. L’adesione a questo progetto pensato e sponsorizzato da Gates, diverrebbe obbligatoria per legge in tutti gli Stati aderenti all’ONU (via OMS di cui Gates è ad oggi comproprietario).

Putin aveva interrotto , una prima volta, il suo lungo silenzio quando due settimane fa  aveva inviato una nota diplomatica riservata di protesta a Trump (e per conoscenza all’inglese Boris Johnson). Una nota appena pubblicizzata – incredibilmente –  in poche righe e senza alcun rilievo dalle agenzie stampa occidentali. Nella quale, il Presidente russo protestava, elencando 23 casi di provocazioni/violazioni dei militari USA  a danno della sicurezza della Russia, verificatesi dal 1 marzo al 31 maggio scorso. Compreso il fatto che per ben tre volte caccia-bombardieri USA, dotati a bordo di armi nucleari, avevano violato lo spazio aereo russo.

Putin aveva rilevato che si è però esaurito il “senso di responsabilità” russo , che sin’ora non l’aveva mai fatto reagire istintivamente. Così, il Presidente della Federazione russa ha notificato ad Americani ed inglesi che di fronte a nuove minacce nucleari Usa nei confronti del territorio russo, si troverà costretto ad attivare, in via automatica, l’arsenale atomico di difesa russo. Colpendo le basi da cui si fanno partire tali aggressioni. Non escludendo la possibilità di colpire anche obiettivi militari sul territorio USA e della stessa UK. Che Putin, non lo dice, ma ritiene gli inglesi i consigliori fraudolenti degli americani di questo continuo sfriculiamento a danno del sistema nervoso dei russi.

L’unico commento reperito sul Web su questa notizia è quello del noto consulente finanziario americano Martin Armstrong (una sorta di Piketty degli investitori finanziari). Che sul suo Blog, dopo aver raccontato il fatto, ha fatto trapelare tutto il suo disprezzo per Bill Gates, che considera un uomo culturalmente  gretto, e sempre avidamente a caccia di soldi.

Armstrong ha preso ad esempio il fatto che quando qualcuno di noi proprietario regolarmente di un software Windows, viene spesso martellato ed interrotto, più e più volte, con annunci che lo obbligano a  dovere caricare sul proprio PC i continui aggiornamenti infiniti di Microsoft. Che si rincorrono da un mese ad un altro. Una pretesa, che assume di fatto le stimmate di un caso di phishing a danno di ciascuno di noi. Per di più, Micrososft è così tanto insistente che rasenta la violazione della tua privacy , a volte, anche solo per costringerti al pagamento di un misero dollaro.

Acida la conclusione di Armstrong : “È paradossale che forse gli unici paesi che saranno liberi dal condizionamento coatto, stile “grande fratello del WEB”,  saranno la Cina e la Russia, ex paesi comunisti. Poiché l’Occidente ha scelto di consegnarsi armi e bagagli agli interessi di Bill Gates e del suo consorzio di affaristi. Putin sta solo proteggendo il popolo russo dalla pandemia pre-fabbricata. Ci sono circa 9,5 milioni di persone che muoiono ogni anno di cancro rispetto al virus di Bill Gates di meno di 500.000 morti in tutto il mondo. Circa 645.000 muoiono di attacchi di cuore ogni anno. Ci sono circa 15,2 milioni di morti ogni anno per varie malattie. A loro confronto, il “virus-Gates” viene eccessivamente esagerato dalla stampa e dai sodali delle multinazionali farmaceutiche. Che si sono impossessate della scienza e promuovono gli scienziati (anche) in TV al solo scopo di terrorizzare le persone purchè  si rispetti l’agenda dei desideri di Gates.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *