Perché gli Usa non sono riusciti a sfruttare la miniera afghana. Il tesoro nascosto nel sottosuolo dell’Afghanistan è un forziere maledetto. Washington rinuncia, ma forse non sarà più facile per la Cina.

L’Afghanistan è il Paese più ricco di risorse minerarie del mondo . Si parla di un potenziale valore all’ingrosso per

Leggi tutto

La Finanza liberista, fomentando l’ideologia del “sempre meglio che niente”, “prima i conti pubblici in pareggio ”, “non ci sono più i soldi”, riesce ad alimentare la percezione che siamo tutti “SOLI”. E ci sentiamo irreparabilmente “SOLI” ogni giorno di più . Così, il messaggio politico veicolato e diffuso dai media, ormai bancocentrici, è chiaro : lavoratori, sostenete e votate coloro che tutelano chi vi sfrutta. Ora c’è pure l’alleanza Sindacati-Confindustria.

A volte anche grandi illusioni che avevano alimentato grandi aspettative si fanno corrompere da presunti stati di necessità. Da emergenze

Leggi tutto

Vi raccontiamo della “Banca Nord Lb” (di Hannover) e non solo. Ossia di come la Germania si scapicolla per salvare le sue banche utilizzando soldi pubblici e non applicando mai il “bail in”. Tutto ciò con tanto di ok formale della Commissione UE, la stessa che ha negato l’intervento pubblico a sostegno della Banca Carige (di Genova) in crisi. La Medesima dinamica che è già avvenuto, e continuerà a verificarsi, allo scopo di salvare le troppe banche tedesche che zoppicano per quanto le loro casse sono imbottite di derivati tossici e crediti inesigibili. Come le regole si applicano rigorosamente agli altri, ed invece si interpretano per gli amici in difficoltà.

Ancora una volta, la Germania mette altro denaro pubblico per salvare una banca domestica, stavolta per circa 4 miliardi di

Leggi tutto

Si parla di “debito buono” e “debito cattivo”. Chi si ricorda la vicenda dei “Derivati di Stato”: quando, dopo la realizzazione della nefasta riforma della legge bancaria italiana (1990), Mario Draghi (Direttore Generale del Tesoro dal 1991 al 2001) svendette, di fatto, l’Italia alle banche d’affari. Proviamo a fare un banale esercizio di memoria.

Mario Draghi, nel suo recente e molto discusso intervento al Meeting di Rimini (che abbiamo già trattato qui), ha ribaltato

Leggi tutto

COME LEGGERE L’ATTACCO DI PUTIN ALL’UCRAINA ? Parlano due Generali italiani che la sanno lunga : IL GENERALE MARCO BERTOLINI , già comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze e l’ex capo di stato maggiore della Difesa e dell’Aeronautica Vincenzo Camporini. LA RUSSIA È STATA VITTIMA, COME NOI, DELLA VOGLIA DI STRAVINCERE AMERICANA” – LEGGETE IL GENERALE MARCO BERTOLINI, GIÀ COMANDANTE DEL COMANDO OPERATIVO DI VERTICE INTERFORZE: “IL CREMLINO NON PUÒ STARE A GUARDARE I CONTINUI PASSI IN AVANTI VERSO EST DA PARTE DELLA NATO, PENA LA DEFINITIVA PERDITA DI CONTROLLO IN QUELLO CHE CONSIDERA IL SUO “ESTERO VICINO” E IL CONSEGUENTE SENSO DI ACCERCHIAMENTO INGESTIBILE A LUNGO TERMINE. C’È STATA UN PO’ DI ARROGANZA NELLO SPINGERLI IN UN ANGOLO, ADESSO HANNO REAGITO”- ‘’L’ITALIA È COINVOLTA DA UN PUNTO DI VISTA ENERGETICO, PERCHÉ SE CHIUDONO I RUBINETTI STASERA CI FAREMO DA MANGIARE COL FUOCO E NON CON IL GAS, MA ANCHE DA UN PUNTO DI VISTA OPERATIVO, PERCHÉ I GLOBAL HAWK CHE VOLANO SULL’UCRAINA PARTONO DA SIGONELLA, L’ITALIA IN LARGA PARTE È UNA SORTA DI GRANDE BASE MILITARE AMERICANA’’

Leggere cum grano salis la crisi ucraina, delicata e in continua evoluzione, non è da tutti. Negli ultimi giorni si

Leggi tutto

Sbuffa e ansima “il sistema industriale manifatturiero del Nord-Italia” (a base Lombardo-Veneto), sotto il peso immane della incombente e grave crisi tedesca. Visto che il Nord-Italia si è trasformato in un succedaneo di sistema economico, solo complementare, dell’industria bavarese. Una condizione di assoluta subalternità pari a quella delle nazioni che fanno parte dell’area di Visegrad. Uno sciocco disastro economico di politica industriale, maturato nell’arco del ventennio della Seconda Repubblica. Operato da incapaci imprenditori privati incolti e voraci con l’accondiscendenza di altrettanti incapaci Governi nazionali, composti da “partiti psicolabili”. Orientati ,a loro volta, da altrettanto incolti e voraci piccini comitati d’affari di provincia, allergici alla possibilità di pensare e disegnare opzioni economiche per un qualunque domani che possa essere migliore di oggi.

Il dibattito politico è pesantemente viziato dalla ricerca del consenso facile. “Vincono” quasi sempre i falsari di bassa lega, perché

Leggi tutto

Conte, il PD ed i M5S, per evitare il prossimo naufragio dell’Italia , debbono porsi l’obiettivo di azzerare ildivario nella spesa pubblica tra Nord e Sud Italia, a cui ogni anno vengono sottratti (fraudolentemente)71 miliardi negli ultimi 18 anni. Oppure prenderà corpo necessariamente la fisiologica frantumazione dell’Unità d’Italia in tre pezzi diversi e contrapposti, come nelle aspettative dei finanzieri anglo-americani e sauditi, tedeschi e francesi. Con dinamiche e conseguenze sociali e geopolitiche , oggi, non prevedibili. Questi numeri economici e finanziari vengono nascosti dalle testate giornalistiche italiane che da 5 anni tirano la volata alla affermazione politica della Lega. Perché Lega e finanza internazionale, in realtà, sono due finti nemici. Un “falso” pubblicizzato, come l’incombente “bufala” dell’Autonomia differenziata delle regioni (Lombardia,Veneto,Emilia-Romagna).

Il Presidente del Consiglio Conte tutelerà i diritti di cittadinanza dei meridionali messi in pericolo dall’autonomia differenziata? Oppure, come nel

Leggi tutto

La questione principe di questo Paese, ignorata dalla classe dirigente nazionale della marcia Seconda Repubblica, è la reiterazione della crisi economica che permane e persiste da oltre dieci anni : il fatto è che mancano 100 miliardi di euro l’anno. Così trionfa la cultura economica del “briciolesimo”

Mentre l’Italia, ovvero molti milioni di italiani (non un concetto generico, ma persone, con le loro famiglie, il loro lavoro)

Leggi tutto

La grande bufala del MES sanitario senza condizioni. Guida alla lettura delle carte ufficiali del MES, che il presunto sistema politico italiano (tutto) e l’Informazione ufficiale si ostinano a non leggere. Prosegue, così, la “mission default Italia” e (se possibile) della UE, intrapresa dall’UK con la Brexit. L’obbiettivo è distruggere l’economia tedesca e quella dei suoi vassalli (Repubblica Ceka, Austria, Slovenia ed….Italia).

C’è ancora chi sostiene che i fondi MES per combattere il Covid non sarebbero sottoposti a nessuna condizionalità. Eppure queste

Leggi tutto

Tanto tuonò, che piovve! Il 4 luglio 2020 , ad Atlanta è scesa in campo la NFAC (not fucking around coalition) la spontaneista milizia armata degli afroamericani. In maggioranza ex militari. Così, il racconto sugli USA che ci viene propinato dai media da circa due mesi potrebbe cambiare. Specie in una Nazione dove quasi la metà della popolazione è composta “da minoranze”, chi più chi meno, “discriminate”. Pensate solo che i neri sfiorano il 15%, i latinos il 20%, asiatici (cinesi, coreani, vietnamiti, cambogiani, etc) e slavi del blocco ex URSS pesano almeno il 13%. Mentre l’80% di tutti i cittadini USA risulta legalmente in possesso di una o più armi da fuoco.

Sin’ora, in un migliaio di città Usa, si era assistito solo a delle schermaglie di protesta. Eclatanti e tumultuose, rilanciate

Leggi tutto

PER CORONAVIRUS SI MUORE ANCHE SINO AI DUE TERZI Dei CASI, PERCHE’ ALLA SANITA’ PUBBLICA ITALIANA MANCANO GLI STRUMENTI DI BASE PER DIFENDERE SE STESSA e GLI ITALIANI, PERCHE’ è stata SACCHEGGIATA DA 28 ANNI (da tutti i governi) PER FAVORIRE LA CRESCITA DEL SETTORE PRIVATO (senza posti letto d’emergenza). ANCORA UNA VOLTA STA SUCCEDENDO COME NELLA BATTAGLIA DI EL ALAMEIN : MEDICI ED INFERMIERI SONO STATI MANDATI AL fronte A COMBATTERE A MANI NUDE. E già in 3359 sono, fuori gioco, perché rimasti vittima del contagio. COSI’ NON SI PUO’ SCONFIGGERE IL CORONAVIRUS.

I dati reali degli ultimi giorni sul Coronavirus in Italia – al di là della cortina fumogena dell’informazione “tutta emotiva”

Leggi tutto

Riforma del MES , il Fondo salva stati UE. Cosa non vogliono dirci. E cosa vogliono farci. Il caso MES spiegato in termini comprensibili dagli interventi di tre esperti che hanno studiato le carte : Ascanio Bernardeschi , Rolando Vitali , Francesco Cappello .

Con le modifiche al Meccanismo europeo di stabilità si accentuano i vincoli finanziari nell’eurozona e la finanza espropria gli Stati

Leggi tutto

Julian Assange, arrestato per “la colpa” di avere informato e di continuare ad informare il mondo sull’esistenza di segreti : grandi illeciti ed orribili abusi , prodotti da governi ormai “sequestrati” da soggetti “ubriachi di delirio d’onnipotenza”. Cioè, l’attività di Informazione che dovrebbero fare i giornalisti ogni giorno, e che fecero i cronisti USA negli anni 60/70 sulla “sporca guerra” in Vietnam o con il Watergate. Perché quei giornalisti hanno vinto il Pulitzer, mentre oggi Assange è stato arrestato, nel silenzio assordante dei giornalisti di tutto il mondo?

Gandhi sosteneva che la verità è più importante di una legge. E che se una legge è ingiusta : va

Leggi tutto

TALEBANI ? – DOPO LA PROPALAZIONE DELLA “BUFALA” SU UNA SPARATORIA ALL’INTERNO DI UNA SEDUTA DEL GOVERNO TALEBANO, Il GRANDE MASSIMO FINI, SUL “FATTO”, RISPONDE A Massimo GRAMELLINI CHE NELLA SUA RUBRICA SUL “CORRIERE” LO AVEVA IMPLICITAMENTE TIRATO IN BALLO.”APPROFITTANDO DI UNA FAKE NEWS SULLA PRESUNTA MORTE DI BARADAR. “ATTACCA ME E CHI DIFENDE L’INDIPENDENZA DEL POPOLO GOVERNATO DAGLI STUDENTI CORANICI. GRAMELLINI DOVREBBE STUDIARE DI PIÙ LA STORIA. GLI OCCIDENTALI ORMAI SI ALIMENTANO COSì TANTO DELLE PROPRIE MENZOGNE CHE FINISCONO SEMPRE Più PER CREDERCI.”

“Apre bocca e gli dà fiato” è un detto toscano riferito a persona che parla di cose che non conosce.

Leggi tutto

Avvelenamento del dissidente Navalny: il vero obiettivo di tutto questo enfatico “can-can” è l’oleodotto in costruzione “Nord Stream 2” (la partnership industriale tra tedeschi e russi con la benedizione cinese ed italiana) . Inglesi ed americani (e l’Arabia Saudita con gli Emirati del Golfo) sono sempre “fissi sul pezzo”, nel provare a rendere più difficile e più costoso l’approvvigionamento energetico europeo, Perché, i singoli paesi della UE tendono a sfuggire all’orbita monopolista “delle 7 sorelle”. Comunque nel mirino dei loro fucili veri o televisivi ci sono sempre l’Italia dell’ENI, la “Gazprom” (Russia) e l’Iran, Che, per di più, pretendono di farsi pagare il loro gas e petrolio in euro o yuan (cinese) .

Il 20 agosto 2020 una nuova tempesta mediatica ha oscurato i cieli della Russia: a bordo di un aereo decollato

Leggi tutto